5 Giorni dei Forti

1-6 luglio * Folgaria, Luserna, Lavarone (TN)

gara internazionale di Corsa di Orientamento

Sabato 6 luglio si è conclusa a Lavarone (TN) la gara di orientamento Cinque Giorni dei Forti 2002, la più grande manifestazione orientistica mai organizzata in Italia. 

Oltre 3000 atleti, provenienti da 31 nazioni di quattro continenti, divisi in 40 categorie, hanno partecipato alla competizione di alto livello sia agonistico che tecnico, come è stato dimostrato dai risultati.  

Fra i partecipanti c'erano anche i massesi Costantino Pontecorvo e Giovanni Visetti in rappresentanza degli Orientisti Meridionali, al loro esordio stagionale. 

Nella tappa finale, disputata con la formula della gara con "partenza a caccia" (con gli atleti che partivano con il distacco accumulato nelle prime quattro tappe), il più forte atleta in campo maschile assoluto si è dimostrato ancora una volta lo slovacco Marian Davidik (recente vincitore della Coppa del Mondo) che sui quasi 14 chilometri del tracciato è riuscito a resistere al grande recupero del finanziere trentino Michele Tavernaro, che ha ottenuto il miglior tempo di tappa, recuperando ben due dei tre minuti che lo distaccavano dal vertice della classifica. 

Nel settore femminile grandissima prestazione della Campionessa del Mondo, l'austriaca Lucie Boehm, che nell'ultima tappa ha conquistato il vertice della classifica generale e la vittoria assoluta con un grande recupero sulla finlandese Katja Peltola, finita solo quarta. 

l'area di arrivo delle prime due gare

l'area di arrivo della terza e quarta gara

Costantino e Giovanni all'arrivo dell'ultima gara

Giovanni e Costantino nel giorno di "riposo"

Come al solito, a causa delle grandi distanze che ci separano dai luoghi dove si svolgono le più importanti gare di orientamento, l'attività degli Orientisti Meridionali è pressoché limitata al periodo estivo. 

La partecipazione a questa 5 Giorni è stata quindi molto utile per ricominciare a leggere le carte di terreni che si sono dimostrati di alto livello tecnico e che hanno creato più di un problema non solo a noi, ma anche a tanti illustri orientisti di grande esperienza, sia italiani che stranieri.

Ciò ci conforta e ci rende ancor più soddisfatti per essere riusciti a portare a termine tutte le gare (e quindi ad essere classificati) nonostante gli oltre nove mesi di assenza dalle gare e la non perfetta condizione atletica. 

Per avere un'idea del divario che purtroppo ancora esiste nella maggior parte delle categorie fra italiani e stranieri, basti pensare che nella categoria di Giovanni (H45) il primo degli italiani (e c'erano tutti i migliori) si è classificato solo 30° (su oltre 160 iscritti).

Ovviamente i nostri punti di riferimento sono gli italiani e fra essi Costantino si è classificato 15° fra i 22 iscritti, mentre Giovanni ha concluso al 12° posto su 27, quindi  risultati abbastanza dignitosi. 

Già da lunedì 8 si ricomincia con la preparazione in vista della lunga trasferta in Ungheria (alla quale parteciperemo quasi tutti) che servirà per dare un'ulteriore "rispolverata" alla lettura carta con l'obiettivo di essere pronti per i Campionati Italiani di Monte Terminillo.  

Il prossimo appuntamento per una 5 Giorni in Trentino è per il 2006 quando gli organizzatori pensano di poter dar vita ad un nuovo grande evento orientistico.

(Giovanni Visetti)

Costantino (a sinistra) e Giovanni (sopra)

alla punzonatura finale


Vuoi conoscere il

nostro sport?

scrivi a orme@giovis.com

o telefona al 081 8089613