Fabio Nunziata

Nato a Salerno il 9.4.1980, ma residente fin dalla nascita a Massa Lubrense, si dedica allo studio della chitarra e della musica jazz da diversi anni. E’ stato allievo del maestro Bruno Benvenuto di Sorrento e del chitarrista Antonio Onorato di Napoli, ha poi proseguito gli studi con il  M.o Francesco Nastro e alla “Scuola di jazz”di Pomigliano d’Arco al fianco del chitarrista di fama internazionale Pietro Condorelli.

Nel 1998 ha seguito a Perugia il Corso Internazionale di chitarra jazz organizzato per la sessione estiva dal Berckley College of Music di Boston in collaborazione con l’associazione Umbria Jazz.

Nel 2000, a Siena, superando la prova selettiva di ammissione, ha partecipato al Seminario Senese Internazionale di Musica Jazz per la chitarra organizzato dall’Associazione Siena Jazz, frequentando il Corso di 3° livello di Alta Specializzazione, quale allievo di Tomaso Lama e di altri grandi del jazz italiano, e partecipando quale musicista ai concerti finali dei gruppi costituiti tra gli allievi.  

Oltre a ciò ha partecipato a numerosi altri seminari tenuti da grandi musicisti quali Jim Hall e Ralph Towner.

Attualmente  è iscritto presso il Conservatorio Statale di Benevento.  

Con il suo Gruppo, The Walking Time Jazz Quartet, composto da Andrea Qualiano (piano), Giovanni Vescera (batteria) ed Emiliano De Luca (basso), si esibisce in svariate performances nell’ ambito di manifestazioni e concerti nel napoletano. Ha partecipato infatti assieme al quartetto guidato da Pietro Condorelli all’edizione 2000 di Sorrento jazz…e dintorni e regolarmente si esibisce al jazz club Around Midnight.

Ha anche vissuto una lunga parentesi a New York City dove ha potuto confrontarsi con i grandi del jazz. Ha approfondito infatti, le sue conoscenze studiando con personaggi del calibro di Mike Stern, Jack Wilkins, Kurt Rosenwinkel, Peter Mazza e altri.

Durante la sua permanenza negli Stati Uniti si è esibito regolarmente col quartetto della vocalist Joni Paladin al Red Eye Grill a Time Square. Come solista ha tenuto performances al Cleopatra’s Niddle, allo Smoke, allo Smalls etc…. E’ entrato anche in contatto con i nuovi talenti del jazz newyorkese durante le late nite jam session tenute al Blue Note New York.

Negli Stati Uniti ha inoltre inciso due dischi: Waiting in trio con Matt Baranello alla batteria e Joseph Lepore al contrabbasso, all’interno del disco interessanti sono gli arrangiamenti di “Jiant Step”, “Dolphin dance” e della composizione originale “Aspettando lei”(Nunziata).

Nella registrazione in quartetto The walking time U.S.A, al contrabbassista Lepore si aggiungono il batterista Jason Brown e il pianista Ryan Weaver; di rilievo il brano originale “In un sorriso”(Nunziata) e la rivisitazione di un classico di Bud Powell “Celia”.