Chiesa ex Cattedrale di Santa Maria delle Grazie

Mons. Andrea Belloni volle che sorgesse in località Palma, contigua all'Estaurita di S. Erasmo. La cerimonia solenne della posa della prima pietra, 25 marzo 1512, avvenne sul far della sera perchè contrastata dagli abitanti dei Casali della zona alta di Massa, non gradendo la scelta del sito. La fabbrica ebbe termine verso il 1542 ed il tempio fu consacrato dal successore di Belloni, Mons. Pietro Marchesi, il 7 luglio 1543 e dedicato a Santa Maria delle Grazie.

A destra della facciata è il campanile. Era a torre mozza, nei primi del '900 fu completato da una cupola. Un grande orologio con campane scandisce le ore. Tre campane di diverse dimensioni rimontano all'epoca del Bellotti, che le consacrò, e portano il suo stemma. 

Il Duomo ha forma basilicale, a tre navate, più ampia la centrale; la crociera più elevata rispetto alle navate e originariamente aveva la cupola, rimossa nella rifazione. Imponente la tribuna; il catino era affrescato, come la cupola, da raffigurazioni bibliche dalla mano di Andrea da Salerno, ora scomparse, ed in alto un'apertura ovale dà luce all'interno.

Nel timpano, al centro, in cornice in stucco, è il quadro della Madonna delle Grazie col Bambino in ulnis, seduta tra le nubi in una gloria di angioletti e sotto le anime del Purgatorio. Questo quadro sostituì un altro dei pittore massese Marco Cardisco, avendoglielo commissionato nel 1527 le Autorità cittadine. La Madonna era raffigurata col Bambino in ulnis tra i SS. Giovanni Apostolo e Sebastiano. Nella parte superiore la Risurrezione con l'Arcangelo San Gabriele e l'Annunciazione, sotto gli Apostoli.

Tra gli stalli dei canonici, rimossi, campeggiava un organo del 700, tuttora esistente in loco, prima era collocato sulla porta maggiore al tempo dei vescovo Centino, e sostituito da uno nuovo modernissimo da pochi decenni. Esso è sostenuto da un palco retto da due colonne romane ritrovate a Sorrento. Tre arcate, amplissima la centrale, sorrette da massicci pilastri, scompartono la crociera.

particolare dell'antico pavimento maiolicato

particolare del nuovo pavimento maiolicato