cappella di San Costanzo

Questa cappella che dette il nome all’antico monte Canutario, sulla cui vetta fu eretta, risale alla seconda metà del cinquecento e fu fondata dalle famiglie Vespoli, Starace ed Amitrano, e da altri devoti di Termini: si trova menzionata la prima volta nel 1566. Fu sempre una modesta cappella, quantunque il Persico, per una pietosa esagerazione, la chiami "bella chiesa"! Mons. Nepita vi troṿ sull’altare un simulacro del Santo in legno dorato, e dietro nella parete, l'immagine a fresco della B.V. con S. Bernardino e l'istesso S. Costanzo.  

Fin dagli antichi tempi, per la festa dei 14 maggio, vi è gran concorso di popolo. Nel sec. XVII vi si recavano processionalmente le confraternita di S. Agata e di Torca. Era governata da maestri, uno dei quali era antica usanza dovesse appartenere alla famiglia Amitrano.